Ho chiuso

Ho chiuso la porta di casa perché mi è stato ordinato. Ho chiuso gli abbracci e i baci dietro una mascherina anonima. Ho chiuso il tempo dentro un frigorifero, dentro quei libri che dicevo "prima o poi lo leggerò". Mio padre ha chiuso il lavoro dentro alle parole "Smart working" e io ho chiuso la…

Le maschere

Era un po' che non scrivevo un pezzo di diario qua sul blog, segno che sono successe diverse cose di cui non ti voglio raccontare, almeno non adesso, non che ti freghi qualcosa dei miei problemi ma era giusto spiegarti del perché non ho scritto nel diario (soprattutto dato l'exploit di pubblico de i due…

Incapacità di sentimento

Ci sono quei momenti nella vita di ognuno di noi in cui non ci sentiamo più capaci di niente. Il solito lavoro, la solita routine... tutto diventa noioso, scontato. Oppure il contrario. Può capitare che la ricerca costante di un lavoro nell'immobilità del precariato, la continua ricerca di qualcosa di irraggiungibile (un sentimento non corrisposto…

Un domani

«Si è addormentato?» «Sì, dorme.» «Ok, buonanotte.» «'Notte.» ... «Sai gli ho chiesto scusa.» «Cosa?» «Quando prima mi sono arrabbiata, che doveva mettere a posto e faceva le bizze perché voleva guardare i cartoni...» «In effetti hai urlato un po' ma non ti ho detto niente, avevi ragione.» «Ho sbagliato il modo e gli ho…

Il vizio

Racconto breve. Parte 3 di 3 Faccio un salto sulla sedia. La voce, profonda e ammaliante, proviene dal posto che fino a mezzo secondo fa era vuoto. Un uomo non tanto alto, anziano, vestito con un completo nero, camicia nera e cravatta rossa mi sta sorridendo con il sorriso più largo che abbia mai visto.…

Il vizio

Racconto breve. Parte 2 di 3 Il giorno dopo la chiamai e la invitai a cena. Disse di sì. Quella notte facemmo sesso come non l'avevo mai fatto. Mi è capitato di andare a letto alla prima sera con altre ragazze, non sono un bigotto. Ma quello che ha detto quella ragazza la notte in…

Il vizio

Racconto breve. Parte 1 di 3 «Adesso tutto a dritto.» Oggi ha i capelli neri a caschetto ricci, come quando ci siamo conosciuti. Minchia quant'è bella. Mi guarda. «Guarda la strada sennò andiamo a sbattere.» Giro lo sguardo verso la strada. La campagna romana è tutto intorno a noi ma io non faccio che pensare…